Cinque punte ha una stella. E cinque dita ha il pugno che si stringe per denunciare un'ingiustizia, l’ira.
Anche loro sono cinque.
I cinque.
Però nel momento di doversi sedere sul banco degli imputati, accusati dal nemico, hanno deciso di essere una sola cosa: Cuba.



venerdì 26 settembre 2014

Il caso dei Cinque da papa Francesco


24 settembre 2014: Papa Francesco ha ricevuto questa mattina una delegazione composta da Mons. Antonio Tarzia dell'associazione Cassiodoro e dal prof. Luciano Vasapollo, docente dell'università La Sapienza e membro del Comitato Internazionale per la Libertà dei Cinque. Motivo dell'udienza è la sensibilizzazione del Pontefice e del Vaticano sulla vicenda dei tre dei cinque agenti cubani ancora rinchiusi nelle prigioni statunitensi dal 1998.
Una richiesta che, è scritto nella lettera consegnata nelle mani del Pontefice, “ha nel cuore una drammatica storia conosciuta a livello internazionale come il caso dei Cinque agenti antiterroristi cubani ingiustamente detenuti nelle carceri statunitensi”.
Mons.Tarzia e il prof. Vasapollo è da tempo che collaborano nella campagna tesa alla soluzione della prigionia dei tre cubani rimasti nelle carceri Usa. Insieme hanno seguito la visita di Papa Ratzinger a Cuba ed hanno realizzato un libro scritto a quattro mani “Una settimana a Cuba”.




domenica 21 settembre 2014

ANTONIO GUERRERO PARLA DAL CARCERE


tratto da:  www.cubainformazione.it


1guerrero
Oggi si compiono sedici anni di detenzione di Antonio Guerrero, accusato  di spionaggio negli USA e condannato a 22 anni di prigione. Antonio afferma che le lettere che gli scrivono da Key West, gli sono servite da appoggio. Dalla Prigione Federale di Marianna, Florida, l’ingegnere  Antonio Guerrero ha risposto alle domande di Página 12.

venerdì 12 settembre 2014

MESSAGGIO DI FERNANDO GONZALEZ

messaggio di Fernando Gonzàlez, uno dei cinque eroi antiterroristi cubani sottotitolato in italiano (scegliere la lingua e cliccare CC)

MESSAGGIO DI RENE' GONZALEZ

messaggio di Renè Gonzalez, uno dei cinque eroi antiterroristi cubani sottotitolato in italiano (scegliere la lingua e cliccare CC)

PER I CINQUE: AL COMBATE !



AL COMBATE !

oggi 12.09.14 ore 16 un twitter x i 5 

antiterroristi cubani

16 anni d'ingiustizia son davvero troppi!

DISCOVER THE FIVE

giovedì 11 settembre 2014

12 settembre: Gran Twitter Mondiale per la Libertà dei Cinque

twitter-logo-copiaGli organizzatori del X Colloquio per la Libertà dei Cinque e contro il Terrorismo, che si celebrerà a L’Avana i giorni 11 e 12 settembre, convocano al gran twitter mondiale il giorno 12 dalle 10:00 am, ora di Cuba, come parte della gran valanga di solidarietà con gli antiterroristi cubani incarcerati ingiustamente negli USA, che da centinaia di paesi, in modo travolgente, si estende per il mondo dal giorno 4 settembre, in cui è cominciata la Giornata Mondiale di Solidarietà con i Cinque e Contro il Terrorismo. Internauti di Cuba e del mondo hanno confermato la loro partecipazione nel grande twitter, gli hashtag (etichette) che utilizzeranno saranno #FreeTheFive, #Coloquio5Heroes.

lunedì 8 settembre 2014

DALL'ICAP DI LAS TUNAS

Amici del mondo
dal 4 settembre al 6 ottobre di quest'anno svilupperemo a Las Tunas diverse attività per chiedere la liberazione di gerardo, Ramòn e Antonio, i nostri eori antiterroristi ancora prigionieri nelle carceri dell'impero nordamericano. Questa attività fanno parte della Giornata "16 anni è troppo tempo. Non un minuto in più", che viene realizzata a livello internazionale. Il nostro popolo, con il protagonismo delle nuove generazioni, partecipa alla giornata chiedendo con clamore che si faccia giustizia. Siamo sicuri che i nostri amici nel mondo ci accompagnano.
 
Fraternamente
Nay Caballero Hernàndez
delegato ICAP di Las Tunas
 
 

sabato 6 settembre 2014

A LAS TUNAS UN TORNEO DI CALCIO PER FABIO DI CELMO

Las Tunas, Cuba, ottobre 2013: quinta edizione della Coppa di Calcio giovanile "Fabio Di Celmo", organizzata dall'Associazione Italia - Cuba della Lombardia, dall'ICAP e dall'INDER di Las Tunas in ricordo di Fabio Di Celmo, giovane italiano, appassionato di calcio, vittima nel 1997 di un attentato organizzato dai gruppi terroristi anticubani. La Coppa "Fabio Di Celmo" di Las Tunas è stata ideata a Las Tunas nel 2007, durante le iniziative per il decimo anniversario del gemellaggio tra quella provincia e l'Associazione Italia - Cuba della Lombardia, alle quali partecipò anche Giustino Di Celmo. E proprio conversando con Giustino nasce l'idea di questa Coppa di calcio, anche considerando che in provincia di Las Tunas c'è il municipio di Manatì, uno dei pochi centri cubani nei quali il calcio è da sempre lo sport preferito. La Coppa "Fabio Di Celmo" prevede eliminatorie, semifinali e  finali tra squadre di ragazzini degli otto municipi della provincia.


Un “Gioco pulito per Fabio” Una giornata di partite di calcio per la libertà degli antiterroristi cubani

(da:http://5eroicubani.over-blog.it/)

 In diversi centri per l’educazione e lo sport è stato realizzato il 4 settembre il programma denominato “Un gioco pulito per Fabio (di Celmo)”, il giovane italiano appassionato di calcio che perse la vita nell’Hotel Copacabana in un attentato terroristico, nella stessa data del 1997. Per questa ragione storica è stato scelto questo giorno per iniziare la “Giornata Mondiale di Solidarietà con i Cinque e contro il Terrorismo”. Questi incontri di calcio formano parte delle numerose attività previste dall’Unione dei Giovani Comunisti nella Giornata mondiale, che terminerà il 6 ottobre, il giorno in cui nel 1976 un criminale e orrendo attentato terroristico provocò l’esplosione in volo di un aereo civile cubano nella quale morirono le 73 persone che erano a bordo.